facebook

Laboratorio di Musica Antica 2016

 

Perché la Musica appartiene a tutti

Sempre di più si assiste ad una fastidiosa personalizzazione di ciò che rappresenta un bene per l'umanità. I grandi compositori delle epoche passate ci hanno lasciato una eredità che abbiamo il dovere di offrire agli ascoltatori. L'avvento del cosiddetto storicismo ha rappresentato l'inizio di una fase di riproduzione contrapposta alla composizione. I compositori si trasformano via via in strumentisti, tecnicamente capacissimi di interpretare alla perfezione ogni brano di altri autori, ma evidentemente impossibilitati a raggiungere la profondità che solo l'autore poteva avervi infuso. Negli ultimi cento anni abbiamo assistito a volte ad un vero e proprio travisamento di ciò che era nelle intenzioni del compositore, a tutto vantaggio delle ambizioni a volte meramente narcisistiche dell'esecutore. E' un fenomeno oramai dilagante l'utilizzo delle opere quale mezzo per rappresentare la personalità di strumentisti che, ben lungi dall'impegno approfondito del filologo, fanno della Musica altrui un bene di consumo su cui speculare irrispettosamente.

L'Ensemble Bizzarria nasce dalle esperienze decennali di alcuni valenti strumentisti (anche con carriere internazionali alle spalle) uniti dal solo scopo di rappresentare le grandi composizioni del passato, troppo spesso dimenticate, a tutto vantaggio del pubblico, che fruisce di una esecuzione attenta e storicamente ben inquadrata, arricchita da uno spirito generoso e filologicamente impegnato.

 

ATTIVITA' 2016

locandina 2016